Semina il vento

Sala 1 in collaborazione con Slow Food Scandicci

Lunedì, 28 Febbraio 2022

Dopo tre anni di assenza, Nica abbandona gli studi di agronomia e torna a casa in Puglia, nel suo paesino natale vicino Taranto, per prendersi cura dell’uliveto della nonna. Scopre però che suo padre è pieno di debiti, sua madre è in preda alla depressione e gli ulivi della sua famiglia sono stati attaccati da un parassita e rischiano di morire. Nica farà leva sugli insegnamenti trasmessi dalla nonna per risanare ulivi e genitori.

 

Scheda

Regia: Mehdi Barsaoui
drammatico
Italia, Francia, Grecia, 2020
Durata: 91'

Con: Yile Vianello, Feliciana Sibilano

Trama

Nica è una studentessa di agronomia, poco più che ventenne. Dopo tre anni d'assenza torna a casa, in un paesino vicino Taranto, e lì trova un padre sommerso dai debiti, una terra inquinata, gli ulivi devastati da un parassita. Tutti sembrano essersi arresi davanti alla vastità del disastro ecologico e suo padre aspetta solo di poter abbattere l'uliveto di famiglia per pura speculazione economica. Nica, forte di uno spirito battagliero ereditato dall'amata nonna, lotta con tutte le sue forze per salvare quegli alberi secolari. Ma l'inquinamento ormai è anche e soprattutto nella testa della gente e lei si troverà a dover affrontare ostacoli inaspettati

Premi e festival

- PRESENTATO NELLA SEZIONE PANORAMA AL 70.MO FESTIVAL DI BERLINO (2020).

Altro in questa categoria: « Dafne